Lions Club Roma Augustus

Il Club Roma Augustus visita la Cripta Balbi

 News in pillole
  • Salaria: la strada romana che collega il Tirreno con l’Adriatico Il 30 maggio, presso il Maryland M&C Eventi in Via Sistina 121, alle 18.30, il Lions Club Roma Augustus è lieto di presentare il libro del Socio Pietro Nelli “SALARIA”, Editore...
  • Lions Club Roma Augustus – Solidarietà in musica Continua l’azione del Roma Augustus nel coniugare la solidarietà con l’armonia, creando motivi per servire divertendosi. Questa volta l’occasione ci è stata data da un concerto della nostra amica Cinzia...
  • Ascoltare, Confrontarsi, Condividere…per il Lionismo del 3° millennio Domenica 31 marzo, 153 amiche e amici Lions hanno voluto dedicare la mattina al tema: “Insieme per il Lionismo del 3° millennio”. L’evento, organizzato dal Lions Club Roma Augustus, ha...
  • Insieme per il Lionismo del 3° millennio Incontro dibattito, moderato da Pdg Giampaolo Coppola (candidato del Distretto 108L alla carica di Direttore Internazionale ) sul tema: il Lionismo del III millennio Interverranno: PDG Giampaolo Coppola PDG Bruno...
  • Visita del Governatore Leda Puppa Il 21 Marzo il  Governatore Leda Puppa  ha svolto la consueta visita annuale,  proficua occasione di confronto per una verifica delle nostre attività svolte e nostra migliore conoscenza delle iniziative...
  • Nuovi Soci: più forza per il We Serve! Giovedì 28 febbraio 2019 grande festa per l’entrata di nuovi Soci. E’ stata davvero una grande Festa per noi soci dell’Augustus, che abbiamo visto entrare a far parte del Club...
  • Il Burraco della solidarietà Giocare a Burraco per trascorrere alcune ore in armonia,in compagnia di amici e conoscenti e raccogliere fondi da destinare ad iniziative sociali e solidali. Questi gli obiettivi che il Lions...
  • Uniti per servire Bellissima serata organizzata il 10 Novembre scorso in Interclub a favore della Casa Lions di accoglienza di Cagliari, dove si è tenuto il Concerto del Coro Polifonico “Salvo D’Acquisto” con la...
  • Campi Amicizia Enrico Cesarotti: un’esperienza unica Di Marisa Fusari Quest’anno il Campo è iniziato a Roma il 30 Giugno con l’arrivo all’aeroporto a tutte le ore dei 12 ragazzi provenienti dalla Ucraina, Polonia, Olanda, Brasile, Messico,...
  • Il Club Roma Augustus ed il Service Nazionale “Sight for Kids” Il Club Roma Augustus ed il Service Nazionale “Sight for Kids” Venerdì 23 Aprile presso l’I.C. Ronconi e la Scuola Montessoriana “Villaggio Olimpico” si sono svolti i primi incontri, organizzati...
Il Club Roma Augustus visita la Cripta Balbi
marzo 28
18:44 2018

 

Il Club Roma Augustus visita la Cripta Balbi

In una soleggiata Domenica delle Palme il club Roma “Augustus” ha festeggiato la ricorrenza con un’ interessante visita culturale ad uno dei siti archeologici meno conosciuti ma altrettanto importanti della nostra città e che deve la sua particolarità al fatto che il museo sorge sulla stessa area archeologica.

La “Crypta Balbi” occupa un isolato del centro storico di Roma (zona di Via delle Botteghe Oscure) dove sorgeva anticamente un vasto portico annesso al teatro che Lucio Cornelio Balbo aveva eretto nel 13 a.C. primo esempio di teatro in muratura dell’antica Roma. Sul lato orientale del portico si estendono una serie di isolati antichi rappresentati nella Forma Urbis marmorea  (esposta nel museo) e di cui sono visibili i resti attraverso la successione stratigrafica delle varie costruzioni aggiunte in epoca medioevale.

Nei sotterranei è possibile visitare gli scavi, la monumentale esedra della Crypta Balbi e le case costruite intorno ad essa. Il museo si articola, come dicevamo, all’interno di diversi edifici succedutisi nell’area nelle varie fasi storiche e offre una testimonianza straordinaria del modo in cui Roma crebbe sulle sue stesse antichità nel corso dei secoli.

Gli scavi archeologici iniziati nel 1981 hanno portato alla luce tante testimonianze: dalla costruzione della Crypta alle chiese e case medievali fino all’edificio del Conservatorio di Santa Caterina della Rosa che tra il 1500 e il 1600 occupava gran parte dell’area.

Un’altra sezione del Museo riguarda tutti i materiali rinvenuti nel corso degli scavi e che hanno restituito migliaia di oggetti soprattutto ceramiche, oggetti di vetro, monete, sigilli di piombo, oggetti di metallo, osso, avorio, strumenti di lavoro, fibule e anche alcuni scheletri di una necropoli sorta sul luogo in tempi successivi.